Un Metodo per l'innovazione in azienda

di Remo Ciucciomei

Due falsi miti contribuiscono al gap di innovazione delle piccole e medie imprese. Il primo è quello che fa coincidere "innovazione" con “innovazione tecnologica”.

Nel corso di una recente sessione di training per la internazionalizzazione di impresa la gran parte delle domande che mi sono pervenute tradivano una convinzione radicata in questo senso. Ad esempio molte davano per scontato che “sviluppare la propria attività on-line significa di per sè fare innovazione”.  

Il secondo falso mito è diffuso nel contesto aziendale ma anche nella vita di tutti i giorni. Ci riguarda quando, forse a causa di un certo primato della vista, ci capita di confondere “innovazione” con “cambio del look”.

Ad esempio capita alle aziende quando chiedono al grafico o al designer di rifare il packaging, il nuovo sito o le nuove brochure senza aver prima formalizzato e validato una strategia aziendale.

E’ un errore diffuso che affonda le sue radici nella credenza che pensiero razionale e pensiero creativo siano due laboratori che possono lavorare separatamente. Purtroppo, o per fortuna, le cose non funzionano  in questo modo.

In realtà la innovazione nell’impresa non coincide né con l’ultimo ritrovato della tecnologia né con la trovata geniale del creativo. Queste sono semmai mezzi  che, al pari di tanti altri mezzi, possono essere al servizio di una strategia di innovazione. Senza dimenticare che per innovazione (in questo caso il fine)  si deve sempre intendere la capacità di creare valore.

Come può allora l’azienda difendersi dal pernicioso scambio di mezzi con i fini di cui è piastrellata la strada dell’innovazione?

Il metodo TREE D (da albero nella lingua inglese) risolve il problema alla base e mette in pratica la integrazione di pensiero razionale e pensiero creativo nella progettazione della strategia aziendale.

Il metodo utilizza la metafora della pianta per dare ragione della Organizzazione e del suo sviluppo e, utilizzando una versione ampliata del principio di causalità, consente alla componente razionale e a quella ideativa di “collaborare” pervenendo alla visualizzazione di una strategia per l’ innovazione.

Il metodo TREE-D attiva un movimento del pensiero a contempo analitico e ideativo che, anziché compiere una traiettoria monotematica, percorre e ripercorre con traiettorie diverse una mappa che insieme spaziale (l'Organizzazione e l'ambiente) e temporale (lo sviluppo). Fino ad arrivare al punto in cui emergono gli elementi utili alla definizione della strategia e, soprattutto, si rende visibile la trama che li collega e li giustifica.

Il metodo TREE-D è fondamentale per costruire una strategia efficace per qualsiasi azienda, sia che operi sul mercato locale che nei mercati internazionali. E’ altamente raccomandato alle start up ma è di estrema utilità anche alle aziende già avviate che hanno bisogno di una revisione o più semplicemente di un raccordo degli elementi della comunicazione e del marketing aziendale.

Per avere informazioni sul metodo TREE - D scrivi alla mia email remo@remomero.com o chiamami al numero di telefono e WhatsApp +961 81 707 726