Il perchè del marketing strategico

Una tendenza purtroppo diffusa tra le piccole e medie imprese trascura il marketing strategico oppure lo riduce ad una attività "oracoleggiante". Raccolta dati per carpire ciò che fanno gli altri, leggere un pò di futuro nella "sfera di cristallo" e condire il tutto con un pò di digitalizzazione. E' la polpetta avvelenata che ci può arrivare da qualche consulenza o, perfino, da qualche bando pubblico. Una tendenza che rischia di allontanare qualsiasi piccola e media imprese dall'unico punto veramente saldo cui dovrebbe fare riferimento in tempi di grandi incertezze: i valori e le motivazioni profonde che animano il proprio agire. Ovvero il perchè si sta facendo una certa cosa e non un'altra. Quando abbiamo il coraggio di trovare un perchè che non sia semplicemente autoreferenziale ("perchè mi piace il mio lavoro" "perchè mi permette di vivere", "perchè lo faccio da sempre", "perchè lo faceva mio nonno", etc.) ma relazionale, ovvero capace di creare senso anche per la vita degli altri, quello è il luogo dove possiamo indirizzare gli sforzi e gli investimenti per lo sviluppo e il futuro del nostro progetto aziendale. Ci permetterà di cavalcare al meglio la bufera delle incertezze.